09Feb
By: Iulia Saplacan On: February 09, 2015 In: Emotions, Love Comments: 3

facebook_1423481689417

 

(Italian version below. Versione italiana sotto.)

This is new for me. Actually it’s old as a thought, but new as it’s my first article on Valentine’s and how to survive it. I know, I know, “survive” is a tough word, but single people will agree with me .. 😉

Valentine’s Day is normally a fun and romantic occasion if you’re in a loving relationship, yet it can be an off-putting and frustrating day if single. A day that celebrates couples often challenges singles.

And as strange as it might sound, there are a lot of single people out there. Some are single for choice, some because they like it, some because they don’t feel the need of having someone else invading their spaces, some because they have been dumped, some are single for a lot of other reasons. And while last night I was watching the nth film on Valentine’s Day, it just came into my mind. But do we – single people, really need to ignore it, endure it or even worse hate this Valentine’s Day?!

I recognize that all this romance stuff is quite an issue, at least for myself that I don’t have a match and not even a cat or a dog. Year after year, as soon as Christmas and New Years have passed, a lot of commercials start bombarding our single lives with the image of perfect love, perfect couple, perfect lingerie, perfect red, perfect black, perfect outfit, perfect make-up, perfect shape and other perfect things. And of course the recipe for the perfect date (for God’s sake, I would add!!).

I mean, come on guys! You and I know that perfect relationships don’t exit. It’s more likely that Santa exists!
Two people who love each other can engage in maintaining their interest high, but that of course involves the effort of the two. There will always be something to solve, something to deal with, something to overcome. And this is growing as a couple, having the will and the strength to follow the “dream of a relationship”, day by day. And day by day doesn’t mean only on February 14th.
On other hand, the image that society, TV shows and marketing/commercials give us about love, relationships and this Valentin’s Day, could never be more twisted than it actually is.
Don’t you agree?

But let us come back to our starting point. How can we overcome this Valentin’s “sickness”?

How can single people deal with Valentine’s Day?

1. You might want to know you are not alone
I have a news for you. Single people are the trend. You are part of a large segment of the population, which is steadily getting bigger.
Keep this in your mind.

2. Don’t romanticize being in a relationship
Don’t feel worse about yourself just because you are single. This is what happens when you assume that a relationship “per se” could make your life better. An idea that’s much closer to the truth is that whether a relationship makes your life better or not depends entirely on the person the relationship is with and on its dynamics.
It’s in your grasp to have a happy and fulfilling life as a single. All you need to do is recognize the wide range of options you have to make yourself happy and to employ them.
This leads me to my next point.

3. Do something for yourself
You may not have a “significant other” in your life, but you do have yourself and as a single person, Valentine’s Day is a good moment to remind yourself that you are important to you!
How? By doing things you enjoy! The last thing you want to do is to stay at home and sulk for being single.
So go out with your friends, give a party, go for a walk, organize a chess tournament, take pictures or whatever makes you happy. Life is not over!
Ah, and by the way .. I used to buy myself flowers (and not only on February 14th).

4. Mingle with other singles
More often than not, I’m single on Valentine’s Day. Yey, huh? ;))
But I can tell you that there are clubs and bars that organize singles’ parties on Valentine’s Day (and ehm .. Night).So go out with your single friends and if you don’t have any, it’s a good moment to make some. You might find people who are particularly excited to meet new people on this day.

 

The way I see it, being single or in couple, this day shouldn’t penalize us. Being grateful for all that we have in our lives is a good way to focus on the good that we live, that we often forget.

The point is that at the end of the day, it’s not our relationship status that makes the real difference in our lives or on this day (and any other day). Rather, it’s our ability to capitalize on any type of situation and to live with passion!

So, my dear singles (and couples) live with passion (not only on Valentine’s Day)!

 


San Valentino – Guida per single
Questo tema è nuovo per me. Ovvero, c’è sempre stato come pensiero, ma è la prima volta che scrivo un articolo su San Valentino e come sopravvivergli. Lo so, lo so, sopravvivere è una parola piuttosto forte, ma i single saranno d’accordo con me .. 😉

Normalmente San Valentino dovrebbe essere un’occasione divertente e romantica, se si fosse “coinvolti” in una relazione, ma può diventare una giornata decisamente frustrante e disarmante per i diversamente accoppiati. Una giornata che celebra le coppie diventa una sfida per i single.

Per quanto possa essere strano, ci sono un sacco di single là fuori. Alcuni lo sono per scelta, altri perché lo trovano piacevole, altri perché non amano l’invasione dei propri spazi, alcuni perché sono stati lasciati. Queste sono solo alcune delle motivazioni apportate. E poi, cosa ci sarebbe di strano?

Ma mentre ieri sera stavo guardando l’ennesimo film sul tema San Valentino, un pensiero balzò nella mia mente. Ma noi – gente single, dobbiamo per forza ignorare, subire o ancora peggio, odiare questa festa?

Ammetto che tutto questo chiasso sull’amore, le coppie, etc. è un po’ un problema, almeno per me che non ho una dolce metà e nemmeno un gatto o un cane. Anno dopo anno, appena passato Natale e Capodanno, le nostre vite da single vengono bombardate da migliaia di pubblicità sull’amore perfetto, la coppia perfetta, l’intimo perfetto, rosso perfetto, nero perfetto, l’outfit perfetto, il trucco perfetto e un sacco di altre cose perfette. Ah, e non poteva certo mancare la ricetta per l’incontro perfetto (ma per l’amor di Dio, aggiungerei!!)

Cioè, ma davvero?! Tutti sappiamo che i rapporti perfetti non esistono. È più probabile credere all’esistenza di Babbo Natale, tanto per dirne una!
Due persone che si amano decidono di impegnarsi nel mantenere il reciproco interesse alto, ma la questione necessita dello sforzo di entrambi. Ci sarà sempre qualcosa da risolvere, qualcosa che forse andrà storto, avremmo sempre cose di cui preoccuparci o che dovremmo superare. Ma questa è la bellezza della crescita come coppia, che ha la volontà e la determinazione di seguire questo “progetto”, giorno dopo giorno. E giorno dopo giorno, non significa di certo solo il 14 di febbraio.
Dall’altro canto, l’immagine che la società, i programmi TV e le pubblicità ci propongono sull’amore e sui rapporti non potrebbe essere più distorta. Non siete d’accordo?

Ma torniamo al punto di partenza. Come possiamo superare il malessere “da cuoricini” ovunque ci giriamo?

Come puoi affrontare San Valentino da single?

1. Dovresti sapere che sei in ottima compagnia
Ho una notizia per te. Quello dei single è un trend. Facciamo parte di un segmento di popolazione che sta diventando sempre più ampio.
Magari vorresti ricordartelo nel futuro.

2. Non fantasticare sull’essere in una relazione
Non sentirti depresso/a solo perché sei single. Questo succede quando pensi che tutto il tuo successo e la felicità dipenda unicamente da un rapporto d’amore. Una visione più ampia e veritiera sarebbe quella che in realtà tutto dipende dalla dinamica del rapporto e dalla persona con la quale stai insieme, e non dall’esistenza della storia in se.
Il potere è comunque nelle tue mani. Bisogna soltanto riconoscere le cose positive che la vita ci mette davanti e cogliere tutte quelle possibilità e opportunità che abbiamo come single.
E questo mi porta dritta al prossimo punto.

3. Fa qualcosa per te stesso/a
Anche se l’altra metà della mela non è presente nella tua vita, come single hai e avrai sempre te stesso. E quale altra migliore occasione di San Valentino per ricordartelo? E celebrarlo!
Come? Facendo cose che sono importanti per te. Credo che l’ultima cosa che tu voglia è stare a casa a piangerti addosso.
Quindi esci con gli amici, organizza una festa, vai a camminare, organizza un torneo di scacchi, fai foto o qualsiasi altra cosa che ti fa stare bene. La vita non è finita!
Ah, e a proposito .. a me piace sempre regalarmi fiori (e non solo per San Valentino) 😉

4. Incontra altri single
Personalmente, a San Valentino sono quasi sempre sola. Che gioia, eh?! :))
Ma vi posso dire che ci sono tanti bar e club che organizzano feste per single per questo giorno (e .. notte). Potete sempre uscire con i vostri amici, oppure se non ne avete di single, questa può essere una buona occasione per conoscerne.
Magari arriverete alla conclusione che c’è un sacco di gente disposta a fare conoscenza in questo particolare giorno.

 

Per come la vedo io, single o in coppia, questo giorno non ci deve penalizzare. Essere riconoscenti e concentrarci su tutto quello che abbiamo nella nostra vita è sempre una buona idea, e ce ne dimentichiamo troppo spesso.

Alla fine della giornata, non è il nostro status che fa la differenza nelle nostre vite a San Valentino (o in qualsiasi altro giorno). Piuttosto, è la nostra abilità nell’adeguarci e sfruttare ogni tipo di situazione e vivere comunque appassionatamente!

Quindi, cari single (e non) vivete con passione (e non solo per San Valentino)!

 

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://www.uptitude.it/2015/02/09/valentines-day-guide-for-single-people/
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Trackback URL: http://www.uptitude.it/2015/02/09/valentines-day-guide-for-single-people/trackback/

3 Comments:

    • Monica Moldovan
    • February 14, 2015
    • Reply

    I love your idea to live with passion, single or not!
    I think we should use any situation to learn something from it and not see it as a burden.
    Very positive and honest article, bravo! :)))

    • Iulia Saplacan
    • February 14, 2015
    • Reply

    Thank you Monica, reply appreciate your comment! 🙂

    • Iulia Saplacan
    • February 14, 2015
    • Reply

    I meant really instead of reply … 😉

Leave reply:

Your email address will not be published. Required fields are marked *